The Ciccones

Benvenuti nell’unico blog dove troverete la gatta che ci cova. Cosa potrete trovare da queste parti? Tantissime cose, alcune di scarso interesse, altre totalmente inutili. Ci piace andare a caccia di leggende e di storia, siamo sempre prontissimi a mangiare (ma soprattutto a bere), ci piace leggere e guardare film. Qui condivideremo le nostre scoperte, i nostri viaggi, i nostri sogni e tutto ciò che riguarda il nostro vivere – costantemente – alla giornata. Che poi, detto tra noi, questo è un modo elegante per dirvi che non abbiamo un becco di un quattrino e che troviamo modi sempre più creativi per mettere insieme il pranzo con la cena. State con noi, fateci compagnia, alle brutte ci avrete guadagnato mezza risata e un po’ d’allegria che non guasta mai.

cropped-16831201_451490925242223_4052951619591722666_n1.jpg

Elisa Bianchedi, classe 1986. Ho studiato delle cose a scuola, ho fatto un sacco di lavori più o meno retribuiti, ho un ex marito e un ex vita troppo stretta. Un giorno ho infilato delle speranze in uno zaino e me ne sono andata. La mia voce è troppo alta, arrivo sempre in ritardo, sono pigra e non sono costante in niente. Non mi piacciono le poesie e mi annoia da morire l’opera. La marmellata mi piace a volte, invece la Nutella è una costante. Qualche volta sono troppo grassa, qualche volta sono troppo magra, ci sono dei giorni che sono simpatica e dei giorni che non lo sono per niente. Mi piace la storia dell’Arte, mi piace leggere libri e adoro parlare parlare parlare parlare parlare parlare.

Vivo a Roma e ci vivo bene. Ho fritto polpette, ma adesso lavoro in una bella società di consulenza dove scrivo cose e me la rido spesso. E ho fame. Sempre.

16649011_451838761874106_381340844077828979_n

Assieme a me vive fidanzato Claudio, lui è in missione segreta: prova a fare l’attore. Nel frattempo, tra una serie tv dell’ HBO e un premio pacco firmato Fandango, scrive cose qui con me e si fa trascinare nelle avventure più strampalate. Anche lui, come me, ha studiato delle cose e poi ha provato a lavorare come le persone normali. È andata male. Rassegnatosi al fatto che le menti creative hanno uno scotto da pagare altissimo (il digiuno e la penitenza quotidiana) ha deciso di inseguire il suo sogno, quindi di tanto in tanto si veste da Olaf e gira per l’Italia con le principesse della Disney. Più o meno. Per campare lavora come direttore tecnico in un piccolo teatro di Roma. Non va matto per le olive, invece metterebbe il peperoncino anche nel caffè. Ha una pazienza infinita con i bambini (e con le donne), è mancino e indossa più ninnoli di me. Dorme, dorme tantissimo. Dorme sempre.

 

COSA SIGNIFICA COLLABORARE CON NOI?

Mettiamo in chiaro una cosa: NON CHIEDIAMO E NON VOGLIAMO SOLDI. Tutte le mail che ci arrivano in cui ci offrite denaro per parlare bene di questo o di quel servizio vengono cestinate immediatamente. Non facciamo marchette, ci abbiamo provato e abbiamo capito che ci disgusta. Volete che proviamo un vostro servizio? D’accordo, invitateci alla prova, ma non accettiamo soldi per parlarne bene. Ne scriveremo sul blog nel caso in cui ci sentissimo di raccomandarlo e ci riserviamo il diritto di sorvolare nel caso in cui non trovassimo motivi validi per consigliarlo a qualcuno. Questo vale per i locali, per i libri, per qualsiasi oggetto ci vogliate inviare per una valutazione.

Non siamo influencer, noi raccontiamo esperienze.

Sono cose molto diverse. 

 

Annunci